Richieste di riparazioni ai Caraibi

Colonialism Reparation appoggia le richieste di riparazioni ai Caraibi e chiede alle Nazioni Unite il ritiro completo della MINUSTAH e il risarcimento delle vittime dell'epidemia di colera.

Il 1 giugno 2017 il Tribunale di Basse-Terre in Guadalupa ha concluso il processo per la richiesta di riparazioni per lo schiavismo allo Stato francese fissando al 7 settembre la data della sentenza. Gli avvocati del CIPN (Comité International des Peuples Noirs) hanno chiesto la designazione di una commissione di esperti che valuti i danni subiti e proponga le misure riparatorie per i discendenti delle vittime.

Il 23 giugno 2017 decine di organizzazioni e cinque premi Nobel per la pace hanno appoggiato la richiesta di giustizia del popolo haitiano chiedendo alla delegazione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in visita ad Haiti il ritiro completo della MINUSTAH e il risarcimento delle vittime dell'epidemia di colera.

Dal 4 al 6 luglio 2017 si è tenuto a Grand Anse, Grenada, il trentottesimo vertice dei Capi di Governo della Comunità Caraibica con la partecipazione di una ventina di delegazioni. Durante la riunione le nazioni caraibiche hanno preso nota delle risposte alle lettere inviate ai leader europei e dato mandato alla Commissione CARICOM per le Riparazioni di coordinare la preparazione di una strategia a livello diplomatico, comunicativo e formativo per far avanzare la richiesta di riparazioni.

Colonialism Reparation appoggia le richieste di riparazioni ai Caraibi e chiede alle Nazioni Unite, come già fatto a novembre 2011 e a settembre 2016, il ritiro completo della MINUSTAH e il risarcimento delle vittime dell'epidemia di colera.