Le riparazioni discusse alle Nazioni Unite

Colonialism Reparation appoggia la richiesta di riparazioni per il genocidio dei nativi e lo schiavismo presentata all'Assemblea generale delle Nazioni Unite dai membri della Comunità Caraibica (CARICOM) e chiede che gli ex colonizzatori (Regno Unito, Francia, Paesi Bassi, ecc.) presentino scuse e risarcimenti per il periodo coloniale.

Dal 24 al 30 settembre 2014 si è svolto a New York il Dibattito generale della 69ma sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite durante il quale i delegati di Giamaica, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine e Trinidad e Tobago hanno chiesto riparazioni per il genocidio dei nativi e lo schiavismo, richiesta appoggiata anche dal delegato di Cuba. La richiesta era stata presentata per la prima volta lo scorso anno durante il Dibattito generale della 68ma sessione dell'Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Dal 12 al 14 ottobre 2014 si è poi tenuta a Bolans, Antigua e Barbuda, la seconda Conferenza regionale sulle riparazioni con la partecipazione tra gli altri dell'ex Primo ministro della Giamaica P. J. Patterson, del Primo ministro di Antigua e Barbuda Gaston Browne, del Presidente della "Commissione CARICOM sulle riparazioni" Hilary Beckles, di delegazioni delle "Commissioni nazionali sulle riparazioni" e altre provenienti da Guadalupa, Martinica e Isole Vergini britanniche. I lavori si sono focalizzati sul coinvolgimento del mondo accademico e sulla mobilitazione della comunità riguardo al Programma caraibico di giustizia riparatrice.

Ad oggi le "Commissioni nazionali sulle riparazioni" sono ormai presenti in dodici su quindici Stati membri: Antigua e Barbuda, Bahamas, Barbados, Belize, Dominica, Guyana, Jamaica, Saint Kitts e Nevis, Saint Lucia, Saint Vincent e Grenadine, Suriname e Trinidad e Tobago e la "Commissione CARICOM sulle riparazioni" prevede la loro creazione anche in altri paesi attraverso il coinvolgimento della diaspora caraibica.

Colonialism Reparation appoggia la richiesta di riparazioni per il genocidio dei nativi e lo schiavismo presentata all'Assemblea generale delle Nazioni Unite dai membri della Comunità Caraibica (CARICOM) e chiede che gli ex colonizzatori (Regno Unito, Francia, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Norvegia, Svezia e Danimarca) presentino scuse e risarcimenti per il periodo coloniale.