Scuse e risarcimenti alla Namibia per il genocidio coloniale

Colonialism Reparation chiede che la Germania presenti al più presto scuse e risarcimenti alla Namibia per il genocidio coloniale.

Il 29 febbraio 2012 i deputati del gruppo Die Linke presentano una mozione che viene respinta dal Parlamento tedesco il 22 marzo 2012 con cui chiedevano di riconoscere come genocidio il massacro degli Herero, dei Nama, dei Damara e dei San commesso dalla truppe coloniali tedesche tra il 1904 e il 1908, di scusarsi con i loro discendenti e di riconoscere i risarcimenti dovuti per una completa riconciliazione.

Il 07 marzo 2012 una coalizione di ONG lancia l'appello Nessuna amnistia per il genocidio a supporto della mozione.

Il 20 marzo 2012 anche i deputati dei gruppi SPD e Bundnis 90 - Die Grunen presentano una mozione che viene respinta dal Parlamento tedesco sempre il 22 marzo 2012 con cui chiedevano di riconoscere come genocidio il massacro degli Herero, dei Nama, dei Damara e dei San commesso dalla truppe coloniali tedesche tra il 1904 e il 1908, di scusarsi con i loro discendenti e di creare un fondo di supporto per i discendenti.

Il 29 marzo 2012 il Consiglio Ovaherero-Ovambanderu per il Dialogo sul genocidio del 1904 condanna il voto contrario della coalizione di maggioranza alle mozioni presentate, ringraziando quanti hanno invece lavorato a favore.

Colonialism Reparation si rallegra che tutte le forze di opposizione del Parlamento tedesco siano finalmente pronte ad una riconciliazione con questa parte del proprio passato e chiede che la Germania presenti al più presto scuse e risarcimenti alla Namibia per il genocidio coloniale.