Newsletter 07/18 - Restituzioni dei tesori coloniali

In questi ultimi mesi si sono moltiplicate le richieste di rimpatrio dei resti e di restituzione definitiva dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale. Il 5 marzo 2018 il Presidente del Benin Patrice Talon ha chiesto nuovamente alla Francia la restituzione dei tesori saccheggiati durante la conquista del 1892 e il Governo della Tanzania ha chiesto alla Germania il rimpatrio dei resti di Songea Mbano, famoso leader anticolonialista durante la guerra Maji Maji. Il 5 aprile 2018 il Governo dell'Etiopia ha chiesto nuovamente al Regno Unito la restituzione dei tesori saccheggiati durante la conquista del 1868 e il 9 aprile 2018 il Governo della Turchia ha chiesto la restituzione dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale. Il 1 giugno 2018 il Ministro della cultura del Senegal Abdou Latif Coulibaly ha partecipato come portavoce di una decina di paesi africani alla Conferenza internazionale dell'UNESCO sulle nuove prospettive nella circolazione dei beni culturali e del patrimonio comune. Il 7 giugno 2018 il Governo della Namibia ha chiesto alla Germania la restituzione dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale e l'8 giugno 2018 il Governo del Gabon ha annunciato la creazione di una commissione nazionale per la restituzione dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale. Il 2 luglio 2018 infine il Governo dell'Etiopia ha chiesto nuovamente al Regno Unito la restituzione dei tesori saccheggiati durante la conquista del 1868.

Mentre storici come Achille Mbembe e David Olusoga hanno sottolineato il legame tra restituzione e riparazione, per rispondere alla crescente pressione internazionale il 5 marzo 2018 il Presidente della Francia Emmanuel Macron ha incaricato un paio di esperti, Bénédicte Savoy e Felwine Sarr, di studiare entro novembre prossimo le modalità di restituzione dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale e il 14 maggio 2018 il Ministro della cultura della Germania Monica Grütters ha presentato un ambiguo codice di condotta per la gestione museale dei tesori saccheggiati durante il periodo coloniale.

Colonialism Reparation chiede il rimpatrio dei resti e la restituzione definitiva dei tesori saccheggiati dagli ex colonizzatori (Regno Unito, Francia, Germania, Spagna, Portogallo, Paesi Bassi, Belgio, Italia, ecc.) come primo passo nella direzione della Riparazione dei danni del colonialismo.